Vitamine per curare le ferite

Vitamina C

Le ferite si guariscono in un modello – le sanguinamenti si ferma, il corpo invia prodotti chimici speciali al sito ferito per riparare le cellule, i vasi sanguigni e nuovi tessuti. La guarigione della ferita può richiedere fino a tre settimane o più, a seconda della portata dei danni, delle sostanze nutritive disponibili per le reazioni chimiche necessarie ad ogni fase del processo di guarigione, delle infezioni e dello stato di salute generale. Le complicanze includono lo sviluppo delle cicatrici, la formazione di ulcere e l’infezione. Le vitamine negli alimenti o negli integratori alimentari svolgono un ruolo attivo nei processi necessari per la guarigione delle ferite.

Vitamina A

Il materiale fibroso ricco di proteine ​​che collega i tessuti chiamati collagene richiede la produzione di vitamina C, chiamata anche acido ascorbico. Le ferite non riescono a guarire senza vitamina C. Una mutazione genetica negli esseri umani provoca un’incapacità di produrre acido ascorbico come gli altri animali, quindi la vitamina C deve essere parte della dieta. Una carenza di vitamina C provoca perdita di denti, sanguinamento delle gengive, articolazioni dolorose e gambe, anemia e lividi eccessivi. Gli alimenti ricchi di vitamina C includono agrumi, pomodori e verdure a foglia verde.

Vitamina B1

Le cellule epiteliali formano uno strato di pelle e la superficie esterna delle cellule che formano la pelle e le vene. Per formare le cellule epiteliali, il corpo ha bisogno di vitamina A e una carenza di questa vitamina rallenta la guarigione delle ferite. Il fegato può conservare una quantità di vitamina A assorbita da alimenti per diversi mesi e convertita in forme utilizzabili. Gli alimenti ricchi di vitamina A includono olio di fegato di merluzzo bianco, burro, tuorli d’uovo e verdure arancioni brillanti come la carota, la zucca, la squash e la patata dolce.

Vitamina B2

Il corpo ha bisogno di vitamina B1, chiamata anche tiamina, per abbattere i carboidrati e le proteine. Una carenza di tiamina comporta una produzione di collagene meno necessaria per le lesioni da guarire. La vitamina C aiuta il corpo ad assorbire la tiamina e il caffè e il tè possono ridurre la quantità di tiamina nel corpo. Gli alimenti ricchi di tiamina includono fegato, maiale, pesce, pollame, latte di uova, legumi e cereali integrali.

Vitamina B3

La vitamina B2, chiamata anche riboflavina, fornisce ossigeno alle cellule e rompe i carboidrati e le proteine. Una carenza di riboflavina riduce la produzione di anticorpi per prevenire l’infezione negli animali. La riboflavina può aiutare a curare ustioni e ferite. Gli alimenti ricchi di riboflavina includono latte e prodotti lattiero-caseari, pesce, cereali arricchiti e pane e verdure a foglia verde.

La vitamina B3, o la niacina, abbattere i carboidrati e le proteine. Il corpo può rendere la vitamina B3 dal triptofano amminoacido trovato nelle proteine, ma l’importo che il corpo può fare non soddisfa le esigenze del corpo. La niacina come medicinale viene usata per trattare una malattia chiamata pellagra che si traduce in carenza di vitamina B3 causata dalla malnutrizione. I sintomi della pellagra creano crepe nella pelle quando la pelle diventa secca e fioca. Troppo niacina provoca la bruciatura, la prurita e la rosa rossa della pelle. Gli alimenti ricchi di triptofano che possono essere fatti in vitamina B3 nel corpo sono pollame e uova. I cereali ei pani arricchiti hanno aggiunto niacina.

Il corpo ha bisogno di vitamina B6, chiamata anche piridossina, per la funzione enzimatica per abbattere le proteine ​​e utilizzare gli aminoacidi per la crescita. Le proteine ​​aiutano a ricreare i vasi e formare collagene necessari per la ferita di guarigione. La piridossina partecipa alla conversione del triptofano nella niacina. Gli alimenti ricchi di vitamina B6 includono riso, crusca, lievito e pollame, pesce, carne di maiale e noci.

Vitamina B6 – piridossina