Vitamine negli spermatozoi

Panoramica

La maggior parte degli uomini ammettere liberamente che, al punto di eiaculazione, i loro requisiti nutrizionali non siedono così alti nella loro lista di priorità. Tuttavia, lo scopo biologico dell’eiaculazione produce alcuni indizi per il motivo per cui contiene un numero di nutrienti essenziali. Robin Baker, autore dell’interessato titolato “Sperm Wars”, rileva che l’eiaculazione media rilascia circa 300 milioni di spermatozoi vitali, che necessitano di determinate sostanze nutritive per sostenere il loro assalto al prezzo finale, ovulo. Cifre che quanto più si eiaculare, maggiore è il tuo requisito per queste vitamine e minerali particolari.

Zinco

Lo zinco svolge un ruolo importante su tutto il corpo e fa parte di più di 80 enzimi. Il dottor Michael Colgan, nutrizionista nato in Nuova Zelanda e l’autore della “Guida alla nutrizione sportiva”, riferisce che lo zinco rimane cruciale per l’equilibrio ormonale, la riparazione cellulare, la funzione del sistema immunitario e la libido. Si stima che circa un microgramma di zinco lascia il corpo per eiaculazione e spiega che perché solo il corpo assorbe solo il 20% di zinco alimentare, i requisiti per l’aumento di zinco di circa 5 mg dopo ogni eiaculazione.

Inositolo

Inositolo si distingue come una delle sostanze nutritive più concentrate nel liquido seminale. Thadeus Mann, ricercatore nutrizionale e autore di “The Biochemistry of Semen”, riferisce che inositolo rimane un fattore comune nell’eiaculazione di molti mammiferi. Come membro onorario della famiglia di vitamina B, inositolo svolge un ruolo importante nella salute delle membrane cellulari come componente dello strato fosfolipidico. Inoltre aiuta a convertire il grasso in energia.

Glutatione

Glutatione svolgono un ruolo importante come antiossidanti in ogni cellula. Il fluido seminale che circonda lo spermatozoo rappresenta una fonte abbastanza ricca della sostanza nutritiva, che aiuta a proteggere queste piccole cellule dai danni dai radicali liberi. Alluricious nota la presenza di glutatione nel seme umano, rendendo la sua ricostruzione importante per mantenere le funzioni della sostanza chiave nutritiva, che comprende anche la disintossicazione di metalli pesanti e altre tossine.