Usi medicinali di tulsi

Panoramica

Più comunemente conosciuto come basilico santo, il tulsi è stato usato medicinale da migliaia di anni. Il basilico, o Ocimum sanctum e O. tenuiflorum, è strettamente legato all’erba comune di basilico utilizzata nella cottura. Tulsi è stato utilizzato nella medicina ayurvedica come erba adattogenica per migliorare la capacità del corpo di affrontare lo stress e la malattia. L’erba è stata usata per trattare disturbi respiratori, problemi di stomaco e anche malattie cardiache. Il sistema sanitario dell’Università del Michigan raccomanda di prendere 1.000 – 2.500 mg di foglia di polvere secca al giorno.

Trattare l’asma

Tulsi può aiutare nel trattamento dei sintomi correlati all’asma. Studi clinici hanno scoperto che l’assunzione di estratto di tulsi può migliorare la respirazione nelle persone con respiro corto e altri disturbi respiratori, secondo la Herb Growing & Marketing Network. Tradizionalmente, il tulsi è stato usato per trattare tosse, lievi infezioni respiratorie superiori e broncospasmi, così come asma bronchiale in combinazione con zenzero e pepe nero. Gli studi sugli animali hanno scoperto che gli estratti di tulsi possono fermare la costrizione dei passaggi bronchiali e alcune sperimentazioni cliniche preliminari negli esseri umani hanno rivelato che l’erba ha migliorato la respirazione e ridotto la frequenza degli attacchi nelle persone con asma, afferma l’Università del Michigan Health System. I soggetti negli studi clinici hanno preso 500 mg di tulsi tre volte al giorno per un mese.

Trattamento del diabete

Il basilico santo può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue nei pazienti con diabete di tipo 2. L’Università del Michigan cita studi clinici preliminari che hanno scoperto che prendendo 1.000 a 2.500 mg di tulsi al giorno possono abbassare i livelli di zucchero nel sangue. La rete Herb Growing & Marketing rivela anche uno studio condotto nel 1997 presso la M.S. Università di Baroda in India, dove i ricercatori medici hanno dato 17 pazienti con diabete mellito non insulino-dipendente 1 g di foglia di basilico santo al giorno per 30 giorni e confrontato gli effetti con 10 altri pazienti che non hanno ricevuto alcuna integrazione. Entrambi i gruppi di pazienti hanno continuato a prendere i loro farmaci anti-diabetici e seguono le loro solite diete, ma i partecipanti che hanno preso le foglie di tulsi hanno sperimentato una riduzione del 20,8% dei loro livelli di glucosio nel sangue a digiuno. Il gruppo di prova ha registrato una riduzione del 11,3% dei livelli totali di colesterolo.

Rilassante la quercia velenosa e la velenosa dermatite

Tulsi è spesso usato esternamente per trattare l’infiammazione e disturbi della pelle, e può essere utile per risolvere la dermatite da quercia velenosa e veleno veleno. Estratti di basilico santo riducono la sensibilità al dolore e migliorano la guarigione delle ferite negli studi sugli animali, afferma l’Università del Michigan Health System. Inoltre, le foglie di tulsi contengono un olio essenziale composto da eugenolo e da altri composti volatili che hanno dimostrato di avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti negli studi di provetta.