Quali sono i vantaggi della comunicazione terapeutica?

Panoramica

La comunicazione terapeutica è un modo di interagire che si concentra sulla salute emotiva e fisica e sulle necessità di un paziente. Questo modo intenzionale di interazione verbale è un modo per risolvere i conflitti emotivi che riguardano i pazienti con disturbi della salute mentale. I professionisti della salute utilizzano questo processo per sottolineare interazioni esplicite e non-giudiziali che consentono agli individui di sentire un senso di sicurezza mentre condividono le proprie emozioni. La comunicazione compassionevole può essere utile nel processo di guarigione.

Incoraggia l’interazione positiva

Incoraggiare un paziente ad esprimersi ti consente un’idea più sintetica delle tendenze emotive del cliente e aiuta a determinare l’approccio più vantaggioso di trattamento. Esemplificando l’empatia, il rispetto e l’atteggiamento non giustificativo, promuovi il lato favorevole dell’espressione di sé e ispirate un rapporto di fiducia reciprocamente. Ugo Uche, un consigliere professionista specializzato nel trattamento degli adolescenti in difficoltà, discute il potere dell’empatia nella terapia in “Psicologia Oggi”. Dice che la mostrando compassione verso i clienti incoraggia la preoccupazione e l’interesse genuini al benessere degli altri e insegna ai clienti come interagire con i loro coetanei in modo costruttivo.

Supporta la responsabilità personale

Insegnando e fornendo al paziente gli strumenti necessari per riconoscere le sfide che sta affrontando e per migliorare le situazioni di vita, poteri di un cliente per diventare più consapevoli del proprio comportamento e correggerlo. Psicoterapeuta Richard A. Singer Jr., afferma in un articolo sul Self Growth che nel processo terapeutico, è necessario incoraggiare la crescita nelle aree che il cliente vorrebbe migliorare, piuttosto che costringerlo in una qualsiasi direzione specifica. Se si aderisce alla propria agenda e rifiuta di collaborare con il paziente, è possibile istigare la resistenza nel cliente e ostacolare il processo terapeutico. Al contrario, quando si utilizza l’approccio personale della comunicazione terapeutica, si aumenta la probabilità che un cliente risponda competentemente nell’apprendimento per affrontare il suo disturbo, regolare il suo umore, sviluppare la sua fiducia in se stessi e migliorare le relazioni.

Promuove l’apertura

Quando le linee di comunicazione sono aperte, i pazienti sono più probabili chiedere aiuto e sono più inclini ad essere aperti circa i sintomi persistenti o le difficoltà che possono verificarsi. La somma sincera di un paziente su come la terapia sta aiutando o comprometterla vi permette un’occasione per affrontare immediatamente problemi problematici e rivalutare le opzioni di trattamento. Nella sua collaborazione con uno studio sui vantaggi della terapia per i pazienti suicidi, lo psicologo John S. Westfield accetta che l’empatia nella terapia incoraggia un cliente a sviluppare e rafforzare strumenti terapeutici utili: onestà, comunicazione aperta e fiducia in se stessi. L’uso dell’interazione terapeutica consente a un paziente di imparare a raggiungere le proprie decisioni e conclusioni, riaffermando la sua fiducia nella sua capacità di prendere decisioni significative.