Quali sono gli effetti negativi di non assumere vitamine prenatali?

Panoramica

Il mantenimento dell’alimentazione ottimale durante la gravidanza è fondamentale. Non solo il bambino ha bisogno di un’abbondante quantità di vitamine, minerali e di altre sostanze nutritive per svilupparsi in modo corretto, ma richiede anche un sostegno nutrizionale aggiuntivo per prepararti al lavoro, alla consegna, all’infanzia e alla maternità. Sebbene una dieta equilibrata sia la componente più critica della buona nutrizione, la maggior parte delle donne in gravidanza completa la loro dieta con vitamine prenatali. Queste sostanze nutrienti extra sono particolarmente importanti per le donne la cui assunzione dietetica è limitata dalla malattia di mattina o che non hanno l’abitudine di mangiare cibi sani.

Carenza di acido folico

L’acido folico, una vitamina B, è presente in verdure scure e verdure a foglia. La carenza di folati durante la gravidanza è associata a bassi neonati di peso alla nascita, aborto spontaneo, deformità orofaciali come il labbro o il palato della fenditura, anomalie del cuore fetale e difetti del tubo neurale, quali aperture nel canale cerebrale o spinale che si verificano all’inizio dello sviluppo fetale. Secondo un articolo del 2005 in “American Family Physician”, si dovrebbe iniziare la somministrazione giornaliera di 600 mcg, o 0,6 mg di folato, un mese prima del concepimento, ma prendendo 4 mg al giorno non appena scoprirai di essere incinta è quasi altrettanto efficace.

Carenza di calcio

Lo sviluppo ossea e muscolare nel tuo bambino richiede calcio, un minerale trovato in carni, prodotti lattiero-caseari, verdure a foglia verde e legumi. Una revisione del 2009 in “Current Osteoporosis Reports” suggerisce che i feti che ricevono troppo poco calcio durante lo sviluppo sono a maggior rischio per l’osteoporosi più tardi nella vita. Inoltre, l’assunzione di calcio insufficiente durante la gravidanza aumenta il rischio di ipertensione indotta da gravidanza o preeclampsia, che aumenta il rischio di morte sia per le madri che per i neonati. L’assunzione di calcio giornaliera consigliata è di 1.000 a 1.300 mg.

Carenza di ferro

Il ferro, un minerale trovato in carne rossa, pesce, pollame e una varietà di alimenti vegetali, è necessario per lo sviluppo di normali globuli rossi. L’assunzione insufficiente di ferro durante la gravidanza contribuisce sia all’anemia materna che a quella fetale, che a sua volta può portare alla consegna precoce e ai neonati con peso basso. Le madri anemiche hanno più fatica sia prima che dopo la consegna, e l’anemia può complicare la consegna necessitando di trasfusioni sia per madre che per neonato per curare perdite di sangue relativamente piccole. L’assunzione di ferro consigliata durante la gravidanza è di 30 mg al giorno.

Deficit di vitamina D

La vitamina D, la “vitamina del sole”, è necessaria per un corretto metabolismo del calcio. La vitamina D ha anche un ruolo nella modulazione immunitaria e in altre funzioni fisiologiche. La carenza di vitamina D durante la gravidanza può portare a livelli critici di calcio nel sangue nei neonati e contribuire ad osteomalacia o ossa deboli nelle donne affette. Poiché le dosi elevate di vitamina D possono portare alla tossicità, le raccomandazioni correnti sono per una riduzione giornaliera relativamente bassa di 200 UI durante la gravidanza. Queste raccomandazioni sono in corso di rivalutazione, tuttavia, in risposta a prove di diffusa carenza di vitamina D tra i giovani adulti. Chieda al tuo medico che dose è la cosa migliore per te.

La mancanza di vitamina A è rara nei paesi sviluppati, ma secondo il dottor Stephen McGowan all’Università di Iowa, è la seconda causa principale della cecità nei bambini che vivono in nazioni del terzo mondo. Le persone nei paesi industrializzati ottengono solitamente la vitamina A da fonti dietetiche, pertanto limitate l’assunzione totale durante la gravidanza a 5.000 UI al giorno.

Deficit di vitamina A

Le vitamine prenatali contengono una serie di nutrienti, tra cui una gamma completa di vitamine, minerali e tracce. Le dosi per la maggior parte di queste sostanze nutritive sono state adeguate per soddisfare le esigenze delle madri in gravidanza e infermieristica. Anche se è possibile ottenere un’adeguata alimentazione nutrizionale prenatale con una dieta equilibrata, molte donne semplicemente non si aderiscono a uno. Se sei in stato di gravidanza, dovresti parlare con il tuo medico se potresti beneficiare di una vitamina prenatale.

considerazioni