Quali sono gli effetti cardiovascolari del sistema nervoso?

Panoramica

Il sistema cardiovascolare, costituito dal cuore, dai vasi sanguigni e dalle sangue, contiene sangue contenente ossigeno in tutto il corpo alle cellule. Il sistema nervoso, controllato dal cervello, è responsabile del percepire gli ambienti interni ed esterni e dirigere i muscoli e gli organi del corpo, nonché per coordinare le attività dell’organo. Questi due sistemi lavorano insieme per aiutare il cuore a fornire il sangue al corpo in conformità alle esigenze cellulari.

Tono Vagale

La stragrande maggioranza del tempo, i cuori umani non hanno bisogno di battere molto velocemente. La maggior parte delle persone ha impulsi di riposo nell’intervallo di 60-80 battiti al minuto. Il segnale elettrico che produce il battito cardiaco, tuttavia, viene generato a circa 110 impulsi al minuto. Questo, spiega il dottor Gary Thibodeau nel suo libro, “Anatomia e Fisiologia”, si chiama il tasso intrinseco del cuore. Poiché il cuore non ha effettivamente bisogno di battere questo veloce durante la maggior parte delle attività, il sistema nervoso agisce sul cuore per rallentare il tasso di impulsi. Questo è compiuto dal nervo vagus, che corre dal cervello a diversi organi, uno dei quali è il cuore. Il conseguente rallentamento della frequenza cardiaca è chiamato tono vagale ed è uno degli effetti più importanti del sistema nervoso sul sistema cardiovascolare.

Attivazione simpatica

Durante periodi di stress o attività, il cuore deve battere più velocemente del suo tasso di riposo. Mentre diminuendo il tono vagale aumenta in qualche misura la frequenza cardiaca, impulsi molto veloci richiedono una ulteriore stimolazione neurale. Nel suo libro “Fisiologia umana”, il dott. Lauralee Sherwood spiega che lo stress e l’esercizio attivano il sistema nervoso simpatico, che prepara il corpo a combattere oa fuggire dall’attacco. Uno degli effetti dei nervi simpatici che innerva il cuore è che aumentano il suo tasso di battimento. Un altro effetto è che il sistema nervoso simpatico rende il cuore battuto più forte, costringendo un maggior volume di sangue con ogni battito e forzando il sangue con maggiore forza. Questi fattori si combinano per produrre un aumento del flusso di sangue ai tessuti corporei.

Effetti del neurotrasmettitore

Oltre all’innervazione neurale diretta del cuore, il sistema nervoso può anche influenzare il sistema cardiovascolare attraverso il rilascio di messaggeri chimici o neurotrasmettitori nel flusso sanguigno. Un importante neurotrasmettitore è l’epinefrina, talvolta chiamata adrenalina. Il dottor Thibodeau rileva che questo composto viene rilasciato dai nervi in ​​una ghiandola che si trova in cima ad ogni rene e quando rilasciato, si muove attraverso il flusso sanguigno agli organi bersaglio. Un tale obiettivo è il cuore, quando l’epinefrina del prodotto neurale raggiunge il cuore, aumenta il tasso di impulsi e la contrattilità, aumentando la produzione cardiaca e aumentando la quantità di sangue che raggiunge i tessuti del corpo.