Gli effetti dell’iperglicemia in gravidanza

Panoramica

L’iperglicemia, o l’elevato livello di zucchero nel sangue, è un segno del diabete. L’iperglicemia in gravidanza può influenzare le donne con diabete di tipo 1 o tipo 2 preesistente o possono svilupparsi durante la gravidanza. L’iperglicemia che si sviluppa durante la gravidanza, conosciuta come il diabete gestazionale, interessa circa il 1 al 3 per cento delle gravidanze in generale, dice il manuale di Merck. L’iperglicemia da qualsiasi causa può influenzare seriamente sia la madre che il bambino e aumenta il rischio di complicanze durante la gravidanza, il lavoro e dopo la consegna.

Difetti di nascita

Il rischio di difetti di nascita non è aumentato nelle donne con diabete gestazionale, ma le donne che hanno livelli elevati di glucosio nelle prime settimane di gravidanza a causa del diabete preesistente hanno un rischio tre o quattro volte superiore al normale di avere un bambino con la nascita I difetti, avverte la Divisione Medica Fetale Maternale della Scuola di Medicina della Virginia Orientale. I difetti di nascita da iperglicemia nel primo trimestre influiscono più spesso sul cervello, sul cuore e sul midollo spinale in sviluppo, afferma la stessa fonte.

macrosomia

La macrosomia, definita come peso alla nascita superiore a 8,8 libbre in un bambino a tempo pieno o un neonato il cui peso cade al di sopra del 90 ° percentile, si verifica nel 25-45 per cento delle donne con iperglicemia da diabete, Mary Elaine Patrinos, MD dell’Università delle Hawaii di John Riferisce A. Burns School of Medicine. La macrosomia, che si verifica a causa di elevati livelli di glucosio e insulina nel feto a causa dell’iperglicemia materna, porta ad aumentare le percentuali di Cesarei nelle madri con diabete e aumenta il rischio di distocia delle spalle, difficoltà a fornire le spalle fetali una volta che la testa trasmette. La distocia della spalla può causare lesioni ai nervi nelle braccia o sulle spalle del bambino, portando a una disabilità permanente.

Ipoglicemia neonatale

I neonati le cui madri hanno iperglicemia presentano elevati livelli di glucosio nel loro sangue, a causa di elevati livelli di glucosio circolante attraverso la placenta. Prima della nascita, producono più insulina rispetto al normale per assorbire i livelli di glucosio più grandi del normale. Dopo la consegna, i loro livelli di glucosio scendono bruscamente, quando la fonte di glucosio scompare, ma continuano a produrre grandi quantità di insulina, che assorbe troppi glucosio dal flusso sanguigno. I livelli di zucchero nel sangue scendono bruscamente, causando ipoglicemia nei neonati di madri iperglicemiche: il bambino può essere nervoso, incapace di mantenere la temperatura corporea, soffrire di difficoltà respiratorie, alimentare male e può sviluppare crisi epilettiche o danni cerebrali se l’ipoglicemia non viene rapidamente diagnosticata. MedlinePlus. L’alimentazione precoce delle soluzioni di glucosio e il frequente monitoraggio dei livelli di glucosio nel sangue tratta l’ipoglicemia nei neonati.

nato morto

La nascita di un feto o la morte del feto prima della consegna si verifica più spesso nelle madri la cui iperglicemia è causata da un preesistente diabete di tipo 1 o 2, afferma la scuola di medicina della Virginia orientale. L’iperglicemia danneggia i vasi sanguigni nella placenta, con conseguente diminuzione della nutrizione e del trasporto di ossigeno al feto. Il monitoraggio stretto del benessere fetale e della consegna da 38 a 40 settimane di gravidanza contribuisce a ridurre il rischio di festa morta, spiega il manuale di Merck.